Scambiandolo per ciò che conteneva

Il libro, essendo antico e magnificamente rilegato in pelle di vitello, era chiaramente un feticcio. Lui venerava l’oggetto, scambiandolo per ciò che conteneva, un imbarazzante malinteso come quello in cui era incorso il negro James quando aveva preso il cappello nero di quel gentiluomo e se l’era messo sulla testa brizzolata. Ritenendosi nobilitato, era diventato comico. Era accaduta la stessa cosa con l’agitato signor Stasi e il suo Impromptu de Versailles.

Da Parrot e Olivier in America, Peter Carey, Feltrinelli 2011 (Trad. Vincenzo Mantovani)

Annunci